Seleziona il servizio e richiedi la tua pratica online.

Invalidità Civile

L’invalidità è un tipo di riconoscimento, riguarda appunto le persone con menomazioni fisiche, intellettive e psichiche con una permanente incapacità lavorativa non inferiore ad un terzo e si rifa alla legge n. 118 del 30 marzo 1971.

19,90 + IVA

Partiamo con il definire cos’è l’invalidità civile e vale a dire, come abbiamo anticipato, quella riconosciuta dallo Stato, e da INPS, ai cittadini che abbiano determinati requisiti vale a dire principalmente una ridotta capacità lavorativa a causa di infermità fisica o psichica.

Le prestazioni erogate, a seconda della gravità dell’invalidità civile, possono essere di tipo economico o non economico. Possono ottenere l’invalidità civile, nella diversa misura e nelle diverse caratteristiche a seconda della categoria di appartenenza e della gravità della patologia:

  • mutilati e invalidi civili vale a dire i cittadini affetti da minorazioni congenite o acquisite, anche a carattere progressivo che abbiano subito una riduzione permanente della capacità lavorativa non inferiore a un terzo o, se minori, che abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età;
  • ciechi civili vale a dire i soggetti affetti da cecità totale o con un residuo visivo non superiore a un ventesimo in entrambi gli occhi per causa congenita o contratta;
  • sordi (sordomuti), vale a dire individui affetti da sordità congenita o acquisita durante l’età evolutiva (fino a 12 anni), tale da impedire il normale impedimento del linguaggio parlato. Più precisamente, il requisito per la concessione della pensione prevede una soglia uditiva di ipoacusia pari ad almeno 75 decibel.
  • gli affetti da talassemie o drepanocitosi.

Non viene considerata come invalidità civile quella di:

  • invalidi di guerra;
  • invalidi del lavoro;
  • invalidi per servizio.

A costoro spettano eventuali specifiche indennità.

Queste sono le categorie cui spetta l’invalidità civile tuttavia, a seconda della gravità dell’invalidità e quindi dell’inabilità, cambia il tipo di prestazione riconosciuta. Ciechi civili e sordi possono pertanto vedersi riconosciute specifiche prestazioni.

Possono presentare domanda di riconoscimento dell’invalidità:

  • i cittadini italiani con residenza in Italia;
  • i cittadini stranieri comunitari legalmente soggiornanti in Italia e iscritti all’anagrafe del comune di residenza;
  • i cittadini stranieri extracomunitari legalmente soggiornanti in Italia, titolari del requisito del permesso di soggiorno di almeno un anno, come previsto dall’articolo 41 del Testo unico per l’immigrazione, anche se privi di permesso di soggiorno CE di lungo periodo.

DOCUMENTI RICHIESTI

Indennità di Frequenza

  • Carta d’Identità e Codice Fiscale del Minore e dei Genitori
  • Certificato Medico Telematico

Invalidità Civile ( dai 18 ai 66 anni )

  • Carta d’Identità e Codice Fiscale
  • Stato Civile
  • Certificato Medico Telematico

Accompagnamento

  • Carta d’Identità e Codice Fiscale 
  • Codice Fiscale Coniuge se presente/vivente
  • IBAN certificato ( SR163 )
  • Certificato Medico Telematico

SCARICA MODULO SR163

Hai bisogno di aiuto?

Lascia il tuo numero di cellulare e verrai ricontattato da un nostro operatore.